FUNDRAISING PER ARTE& CULTURA – introduzione

 

 

Si parla sempre più spesso di fundraising per l’arte e la cultura, sia in ambito prettamente nonprofit ovvero con alle spalle enti promotori nonprofit a tutti gli effetti, sia per quanto riguarda singoli progetti artistico-culturali.
Ma vediamo un pò più nel dettaglio gli strumenti più efficaci per rendere sostenibile un progetto culturale:

 

  • Crowdfunding

    La forte crescita del web sta influenzando molto il settore della raccolta fondi, e anche l’Italia, con forse un pò di ritardo rispetto agli altri paesi, sta entrando in questo binario dimostrando, in molti casi, grande abilità nel raggiungere i risultati con successo. All’interno del mondo digital abbiamo una varietà di strumenti da poter utilizzare per sostenere la nostra campagna di raccolta fondi, ma soffermandoci sul più diffuso, certamente il crowdfunding occupa il primo posto!Come lanciare una campagna di crowdfunding culturale?
    – scelta della piattaforma
    – costruzione della community web (almeno sei mesi prima del lancio della campagna)
    – social media management continuativo
    – stakeholder engagement
    – ufficio stampa
    – coinvolgimento di ambassador/personal fundraiser
    – rendicontazione periodica dei risultati raggiunti  (es: step nella ristrutturazione di un edificio) 
  • Corporate

    L’impresa sta prendendo sempre più spazio all’interno del mondo della solidarietà e del sociale, questo accade sempre di più anche in ambito culturale e artistico dove l’azienda può essere coinvolta a livello non solo economico, ma di partecipazione attiva alla realizzazione del progetto.Ma cosa chiedere a un’azienda?

    • Co-progettare diventando partner attivo dell’iniziativa (spettacolo, festival, mostra etc… )
    • Sponsorizzare il progetto – azione di CRM con benefit di comunicazione e visibilità
    • Coinvolgere i propri dipendenti nell’iniziativa
    • Donazione inkind (materiali, servizi, beni necessari alla realizzazione del progetto)

 

  • Grants

    Un’altra opportunità interessante per la sostenibilità della cultura è il grant. Strumento molto diffuso nei paesi anglosassoni, anche in Italia sta occupando una porzione importante della raccolta fondi, culturale e non.Vi sono diversi siti web e piattaforme dove poter scovare il bando che fa al caso giusto, ma è necessario un monitoraggio costante degli enti per cogliere le opportunità di finanziamento da parte di fondazioni di erogazione, bancarie e di comunità.Alcuni suggerimenti generali utili per ottenere un finanziamento:
    – Possedere una forte unique selling proposition
    – proporre un progetto ad impatto sociale, oltre che culturale
    – presentare il progetto insieme ad altri soggetti culturali
    – avere già altri enti finanziatori (privati e/o pubblici)Riuscire a mettere in circolo tutti questi strumenti attivando il maggior numero possibile di sinergie è una grande e bella sfida per la cultura, richiede tempo e tenacia ma può veramente fare la differenza.

 

  • Perché fare fundraising per l’arte e la cultura?
    1. Perché la cultura, sia arte, musica, teatro, letteratura o fotografia è il cibo della nostra anima, ci stimola e contribuisce a renderci migliori.
    2. Perché la scena artistico-culturale in Italia sta crescendo in modo esponenziale e noi fundraiser dobbiamo essere responsabili della sua sostenibilità.
    3. Perché ,semplicemente, ci piace!

 

Nel prossimo articolo verranno analizzati nel dettaglio i singoli strumenti qui brevemente descritti.

 

a cura di Maria Cecilia Cotugno
 
Atlantis offre a tutte le realtà culturali e artistiche nonprofit attività specializzate di corporate fundraising, ufficio stampa, grant scouting e supporto a campagne di crowdfunding.
Contattaci per maggiori informazioni
 

#energiaallasolidarietà

 

 

Altri articoli