Realizzare una campagna SMS Solidale. Una scelta di pianificazione integrata

Realizzare una campagna SMS Solidale. Una scelta di pianificazione integrata
04Mag2015

Realizzare una campagna SMS Solidale. Una scelta di pianificazione integrata

Capire a fondo i meccanismi, le potenzialità e i rischi di una campagna di Sms solidale è il primo passo per prendere in considerazione questo strumento e inserirlo nella strategia di fundraising della propria organizzazione.

Sempre più associazioni decidono di investire in questo mezzo di raccolta fondi potenzialmente immediato in termini di risultati, di cui però non sempre è sicuro il successo. La concorrenza è elevata e differenziarsi è sempre più complesso.

Da un punto di vista operativo sono cinque le mosse fondamentali da compiere:

  1. Valutare requisiti, tempistiche e documentazione per la richiesta del numero solidale alle compagnie telefoniche e ai canali media televisivi
  2. Attivare un piano di media relations ad hoc, in particolare rivolto ai mass media televisivi e radiofonici.
  3. Scegliere un progetto da sostenere anche sulla base della fruibilità del messaggio
  4. Realizzare uno spot tv (e radio, web) emozionante
  5. Coinvolgere (se possibile) un testimonial che incarni i valori dell’organizzazione

E infine….

  1. Realizzare una pianificazione integrata di tutti le possibili azioni di comunicazione e raccolta fondi.

 

Per supportare le organizzazioni nonprofit che intendono realizzare una campagna telefonica solidale Atlantis offre pacchetti tailor made che ruotano intorno alla pianificazione integrata. Crediamo nell’importanza di questo approccio in una campagna sms sia in termini di veicolazione efficace del messaggio che di ritorno dell’investimento nell’immediato ma anche in un’ottica di sostenibilità nel medio/lungo periodo.

Affianchiamo le organizzazioni sin dalla fase di presentazione della domanda ai media e alle compagnie telefoniche. Studiamo il concept creativo della campagna, realizziamo lo spot tv/radio e la comunicazione online. Sviluppiamo la ricerca di testimonial e l’attività di ufficio stampa e media relations.

Vediamo nello specifico i passaggi essenziali per la realizzazione di una campagna SMS solidale:

 

OTTENIMENTO DEL NUMERO SOLIDALE

Questa fase propedeutica consiste in una serie di operazioni volte all’assegnazione del numero solidale: verifica dei requisiti, preparazione della documentazione necessaria alla richiesta, contatto con gli operatori telefonici…e un po’ di attesa.
Attualmente sono molte le compagnie che offrono il servizio, tra le quali: Tim, Vodafone, Wind-Tre, PosteMobile, Fastweb e tante altre.

E’ possibile richiedere la donazione, sia tramite SMS da telefoni mobili con valore di 1 o 2 €, sia con chiamata da telefono fisso con valori da 2 ad un massimo di 10 € e con possibilità di doppia opzione (2/5 € o 5/10 €). Nella mail di assegnazione della numerazione verranno indicati all’Associazione gli operatori aderenti alla raccolta fondi.

È necessario fare attenzione ai requisiti ai documenti richiesti per la presentazione della domanda, tra i quali ricordiamo in particolare che bisogna essere iscritti all’anagrafe delle ONLUS o essere un’associazione non profit con sede in Italia, avere una piano media dedicato, una scheda progetto dettagliata, documenti di rendicontazione e così via…

La documentazione deve pervenire a tutti gli operatori telefonici entro e non oltre il giorno 1 del mese precedente quello in cui si intende fare la campagna. Per le raccolte di settembre la documentazione deve pervenire invece entro il 10 luglio.

Il periodo massimo di concessione del numero solidale temporaneo è solitamente di 20 giorni, oppure è possibile richiedere una numerazione permanente per attivare in numero solidale per un massimo di tre campagne annuali. Ricordiamoci che non è prevista la detrazione fiscale per questo tipo di donazione.

 

PIANIFICAZIONE MEDIA

Come già accennato tra la documentazione da presentare all’operatore telefonico per l’assegnazione del numero solidale è necessario un piano dettagliato di comunicazione che preveda passaggi sui canali tv nazionali. Vediamo di cosa si tratta.

E’ importante tenere presente due scadenze nel momento in cui si decide di avviare una campagna sms, infatti le televisioni hanno posto dei limiti di tempo nelle richieste di spazi per la messa in onda dello spot. Per la RESPONSABILITA’ SOCIALE RAI è necessario effettuare domanda entro il 30 aprile per messa in onda nel secondo semestre, entro il 31 ottobre per il primo semestre dell’anno successivo. Per MEDIAFRIENDS invece, le richieste dovranno pervenire almeno 120 giorni prima del periodo di messa in onda richiesto.

In merito ai requisiti, la Rai richiede al momento della richiesta oltre alla documentazione ordinaria, quale atto costitutivo e statuto dell’ente non profit, il bilancio relativo all’esercizio sociale dell’anno precedente pubblicato su quotidiani o periodici a diffusione nazionale, commercializzati in edicola. Da leggere il regolamento dettagliato.
Per gli spazi Mediaset le richieste dovranno pervenire secondo le tempistiche già menzionate su apposito modulo con allegato lo spot che si intende utilizzare per la campagna. Per maggiori dettagli.

 

CREATIVITA’

È necessario innanzitutto valutare la tipologia di messaggio che si intende trasmettere e puntare sulla scelta di un progetto da finanziare attraverso la campagna che possa trovare nell’audience interesse e coinvolgimento.
Un altro elemento importante nella realizzazione dello spot può essere il testimonial, figura chiave nella comunicazione e nella richiesta di donazione. Trovare un personaggio noto che sia veramente portatore di valori affini alla causa della propria organizzazione rappresenta uno dei fattori di successo di una campagna SMS.

 

PIANIFICAZIONE INTEGRATA

È inoltre opportuno costruire intorno alla campagna sms una strategia più ampia di integrazione di tutti gli altri strumenti di raccolta fondi a disposizione dell’organizzazione.

Una pianificazione integrata all’interno di una campagna sms può infatti rappresentare un investimento del quale si vedranno i frutti anche al termine del periodo dello spot. Aumento di brand awareness, nuovi stakeholder e donatori per l’organizzazione, opere di sensibilizzazione alla causa sono i risultati attesi da una gestione strategica ed efficiente del piano di una campagna sms.

 

RECENTI NOVITA’

A inizio 2018 è stato pubblicato il nuovo Codice di Autoregolamentazione per le raccolte fondi telefoniche nel non profit.

Per conoscere le principali novità introdotte leggi qui.

 

In sintesi realizzare una campagna SMS Solidale deve essere considerato un investimento e come tale prima di procedere bisogna effettuare le opportune valutazioni e non lasciarsi prendere dall’entusiasmo della gratuità del servizio. Ma, se fatta bene, può portare grandi risultati.

 

 

 

  • 4 Mag, 2015
  • MG
  • 0 Comments
  • comunicazione sociale, creatività, formazione, fundraising, mass-media, pianificazione, raccolta fondi, sms solidale, spot, strategia,

Share This Story

Categories